Niente da pettinare? Pettinatevi lo stesso…

Foto

Foto “Nothing to Comb…” by David Weekly – flickr

Quando ero adolescente (ormai più di trenta anni fa) passò un periodo in cui avevo una bella capigliatura lunga in stile Jackson Browne. All’epoca prendevo in giro mio padre che, nonostante i pochi capelli rimasti, come tutti i maschi della sua generazione, continuava ad usare in pubblico il classico pettinino che portava nella tasca sinistra dei pantaloni, nemmeno fosse John Travolta in Grease!

Adesso che sono io ad avere pochi capelli e così corti che non necessitano di nessun tipo di piega o spazzola, scopro che una bella pettinata tre volte al giorno fa solo bene alla salute.  Infatti, secondo la medicina tradizionale cinese, nella testa convergono i 12 meridiani principali e sono presenti oltre 40 punti di agopuntura, dei quali almeno 12 possono essere premuti semplicemente con i polpastrelli (acupressione) o stimolati con un pettine .

Darsi tre belle pettinate di almeno due minuti o 100 colpi di spazzola,  la mattina, a metà giornata e poi prima di andare a letto, pare che sblocchi l’energia nei meridiani con tutta una serie di effetti positivi.  Questa abitudine, se protratta nel tempo con continuità, secondo la medicina tradizionale cinese  ridurrebbe l’affaticamento, l’insonnia, le emicranie, la nevralgia del trigemino, favorirebbe la circolazione sanguigna, il metabolismo e affinerebbe perfino la memoria, la vista e l’udito. Insomma si rallenterebbe l’invecchiamento, si dormirebbe meglio  e  la mente sarebbe più energica e più sveglia.

Addirittura in un post ho letto che, secondo alcuni, le tre pettinate eviterebbero anche l’imbiancamento dei capelli e aumenterebbero l’appetito. Ecco, di tutti questi benefici, l’unico di cui proprio non ho bisogno è l’aumento dell’appetito!  Comunque nel dubbio vado a darmi una spazzolata, evitando al ritorno di passare davanti al frigo…

Foto

Foto “acupuncture guy” by Andrew Miller – flickr

Annunci