Niente da pettinare? Pettinatevi lo stesso…

Foto

Foto “Nothing to Comb…” by David Weekly – flickr

Quando ero adolescente (ormai più di trenta anni fa) passò un periodo in cui avevo una bella capigliatura lunga in stile Jackson Browne. All’epoca prendevo in giro mio padre che, nonostante i pochi capelli rimasti, come tutti i maschi della sua generazione, continuava ad usare in pubblico il classico pettinino che portava nella tasca sinistra dei pantaloni, nemmeno fosse John Travolta in Grease!

Adesso che sono io ad avere pochi capelli e così corti che non necessitano di nessun tipo di piega o spazzola, scopro che una bella pettinata tre volte al giorno fa solo bene alla salute.  Infatti, secondo la medicina tradizionale cinese, nella testa convergono i 12 meridiani principali e sono presenti oltre 40 punti di agopuntura, dei quali almeno 12 possono essere premuti semplicemente con i polpastrelli (acupressione) o stimolati con un pettine .

Darsi tre belle pettinate di almeno due minuti o 100 colpi di spazzola,  la mattina, a metà giornata e poi prima di andare a letto, pare che sblocchi l’energia nei meridiani con tutta una serie di effetti positivi.  Questa abitudine, se protratta nel tempo con continuità, secondo la medicina tradizionale cinese  ridurrebbe l’affaticamento, l’insonnia, le emicranie, la nevralgia del trigemino, favorirebbe la circolazione sanguigna, il metabolismo e affinerebbe perfino la memoria, la vista e l’udito. Insomma si rallenterebbe l’invecchiamento, si dormirebbe meglio  e  la mente sarebbe più energica e più sveglia.

Addirittura in un post ho letto che, secondo alcuni, le tre pettinate eviterebbero anche l’imbiancamento dei capelli e aumenterebbero l’appetito. Ecco, di tutti questi benefici, l’unico di cui proprio non ho bisogno è l’aumento dell’appetito!  Comunque nel dubbio vado a darmi una spazzolata, evitando al ritorno di passare davanti al frigo…

Foto

Foto “acupuncture guy” by Andrew Miller – flickr

Annunci

13 pensieri su “Niente da pettinare? Pettinatevi lo stesso…

  1. Aida ha detto:

    Conta che i parrucchieri consigliano di massaggiare il cuoio capelluto durante lo shampoo per riattivare la microcircolazione , che permette di irrobustire la chioma e di far crescere i capelli più sani. Inoltre, quando un parrucchiere massaggia la testa, avverti una sensazione di torpore e di benessere, che si accentua utilizzando l’acqua tiepida attivata per pulire lo shampoo. Spesso, quando pettino i capelli, cerco di massaggiarli con la punta della spazzola ed avverto una sensazione piacevole. Certo. Non devi frizionare forte (in questo caso il cuoio secerne sebo che poi potrebbe trasformarsi in forfora), ma curare la chioma per tre volte al giorno non è male!

    Liked by 1 persona

    • Marco ha detto:

      Beh in effetti il massaggio del cuoio capelluto è davvero un gran bel piacere! Se poi conosci i punti dell’agopuntura… magari mentre ti massaggi la testa depuri anche il fegato, regoli la pressione, riduci lo stress e così via…

      Liked by 1 persona

      • ammennicolidipensiero ha detto:

        funziona?!? altro che! ti dico solo che quando lo vidi la prima volta anni fa ero in una nota catena in franchising di giochi per bimbi notoriamente provvista di cose bellissime che costano un ingiustificato sproposito, ed era talmente una novità che lo facevano pagare, appunto, uno sproposito (una roba tipo venti e passa euro). avendolo però provato decisi che non potevo farne a meno e appena tornai a casa ne costruii uno artigianale con canna di bambù, filo di rame e stagno per componenti elettriche sulle punte da regalare alla mia dolce metà (per poterne usufruire in contumacia). 😀
        adesso, come ogni cosa che offre il mercato, i made in PRC in centro a milano te li tirano dietro a 3-5€ sulle bancerelline fatte colle cassette della frutta.
        però, oh, non abusarne: l’effetto è più gosurioso a piccole dosi, sennò ti desensibilizzi! 😉

        Liked by 1 persona

  2. Mr.Loto ha detto:

    Le donne sono avvantaggiate dato che si pettinano molto più spesso degli uomini! Battute a parte non so se pettinarsi sia sufficiente a sbloccare l’energia ma di certo sulla testa e nel corpo esistono dei punti che, se stimolati, aiutano a stare meglio. Ogni volta che vedo un piercing all’ombelico, sul sopracciglio e sulla parte alta dell’orecchio penso sempre che quel metallo ostacoli il normale flusso d’energia… chissà se chi li porta ne è consapevole o più semplicemente non crede a queste cose!
    Ciao, il tuo blog è stata una bella scoperta, a presto.

    Liked by 1 persona

    • Marco ha detto:

      Dalle mie esperienze col Daoyin direi che con un automassaggio si sbloccano sicuramente le energie e che non importa stare ore a massaggiarsi ma piuttosto premere i punti giusti. Una pettinata non sarà proprio come un automassaggio ma magari smuove qualcosa comunque. Sui piercing concordo con te! Tanto per fare un esempio secondo la riflessologia l’orecchio è un organo in cui si riflette tutto il corpo… Chissà cosa comporta bucarsi in un punto a cui corrisponde un organo interno?
      Anche il tuo blog è stato una altrettanto bella scoperta… quindi grazie anche a Rebecca che ci ha fatti incontrare…

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...