Buon Anno del Gallo a tutti!

Foto

Foto “Han Meilin Year of the Rooster stamps” by ink stone – Flickr

Sabato prossimo, in patria ma anche in molte parti del mondo, i cinesi festeggeranno il loro Capodanno. Il calendario cinese è di tipo lunisolare, cioè il suo inizio è variabile in base al primo novilunio dell’anno e perciò la data del capodanno varia di anno in anno, in un giorno che può andare dal 21 gennaio al 19 di Febbraio.  Se volete partecipare ai festeggiamenti dovete sapere che durano ben quindici giorni: dalla vigilia del Capodanno il 27 Gennaio fino alla Festa delle delle Lanterne che, l’11 Febbraio chiuderà le festività.

Anche in Italia le comunità cinesi festeggeranno il Capodanno con eventi che si terranno in questo periodo.  Vi metto alcune date che  ho trovato in rete e che magari aggiornerò nei prossimi giorni:

  • Ferrara – Venerdì 27 Gennaio  ore 20.30 – Ristorante Yama Via Modena 7 (con lotteria cinese pro-terremotati d Amatrice)
  • Milano – Sabato 28 Gennaio – Viale Gramsci e Via Paolo Sarpi dalle 14.00 in poi
  • Padova – Sabato 28 Gennaio – Piazza Garibaldi, Galleria Cavour, Sala della Gran guardia, Centro Culturale Altinate/San Gaetano – Dalle 14.00 alle 21.00
  • Pisa – Sabato 28 Gennaio – Stazione Leopolda – dalle ore 15.00
  • Macerata – Sabato 28 Gennaio – Piazza Annessione e Piazza Mazzini – dalle ore 16.00
  • Roma – Sabato 28 Gennaio – Quartiere Esquilino – Via del Corso e Piazza del Popolo
  • Genova – Sabato 28 Gennaio – Il Sorriso Francescano in via Edoardo San Giovanni Battista Riboli 20 ore 15.30 – 19.30
  • Napoli – Domenica 29 Gennaio – Rotonda Diaz – dalle 11.00 alle 14.00
  • Montecatini Terme – Giovedì 9 Febbraio – Teatro Verdi
  • Prato – Sabato 11 Febbraio dalle 9.00 alle 18.00 al Macrolotto 1 – Domenica 12 Febbraio dalle ore 9.30 alle 13.00 Macrolotto zero e centro storico.

Come forse già sapete il 2017, secondo l’oroscopo cinese, sarà l’anno del Gallo. Ad essere precisi sarà l’anno del Gallo di Fuoco perchè dovete sapere che i 12 segni dello Zodiaco Cinese (Topo, Bufalo, Tigre, Coniglio, Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane,  Maiale) si combinano anche con i 5 elementi (Legno, Fuoco, Terra,  Metallo, Acqua) per cui se gli animali dei segni si ripetono ogni 12 anni le combinazioni elementi-animali fanno si che lo stesso animale-elemento si ripresenti ogni 60 anni. Se siete curiosi di scoprire il vostro segno potete consultare il calendario astrologico cinese su Wikipedia tenendo conto che se siete nati nei mesi di Gennaio e di Febbraio dovete controllare la data esatta del plenilunio del vostro anno di nascita. Se siete nati prima della luna nuova fate parte del segno zodiacale dell’anno precedente…

Foto "chop" by Lena (ideogramma del Gallo)- Flickr

Foto “chop” by Lena (ideogramma del Gallo)- Flickr

Annunci

Grazie indiani e cinesi di esistere e non essere…

Foto

Foto “XXI Century” by Christian Lagat – flickr

Quando scrivo un post, soprattutto relativo a benessere e salute, cerco di documentarmi a dovere cercando su diversi siti e fonti, per non scrivere castronerie ed essere smentito dal primo che passa su queste pagine… (o almeno mi sforzo di scriverne il meno possibile).

Quando ho scritto il post sulla Neti lota  mi sono documentato su diversi siti e ho guardato molti  video da tutto il mondo di gente che si faceva il lavaggio nasale.  Chi si piegava prima da un lato chi dall’altro, chi si soffiava il naso più forte, chi più piano, chi faceva le acrobazie per soffiarsi il naso e così via… Dall’India (dove questa pratica è nata) al resto del mondo, pur con le dovute differenze, i video si assomigliavano tutti: le persone scaldavano l’acqua, la mettevano nella neti lota, ci aggiungevano il sale (chi più chi meno) lo mescolavano e poi si lavavano le narici.

C’era solo un paese dove i video erano diversi. Le persone al posto dell’acqua di rubinetto usavano delle soluzioni fisiologiche o delle apposite confezioni di acqua distillata, sia in bottiglia che monodosi. E anche il sale che non era del semplice sale integrale: usavano dei barattoli di sali creati appositamente per il lavaggio nasale, oppure delle bustine monodose. A quelle latitudini il business non era, come nel resto del mondo, venderti la neti lota in ceramica una tantum, ma fidelizzarti alle varie ditte per venderti a peso d’oro, e  per il resto della vita, la loro acqua e le loro bustine di sale. Addirittura mi è capitato di leggere le istruzioni di una neti pot di un’azienda dove si diceva che l’uso di sale o di soluzione fisiologica, diversi da quelli in dotazione, poteva portare ad infezioni anche mortali (e portavano un articolo di giornale a testimonianza).

Com’è intuibile quel paese sono gli Stati Uniti d’America e la cosa è confermata anche dal mio insegnante di Daoyin che ogni tanto ci ricorda: «Per praticare il Daoyin vi serve solo un buon insegnante, il vostro corpo e un qualsiasi abito comodo. Ma soprattutto ringraziare che il Daoyin l’hanno inventato i cinesi perchè se l’avessero inventato gli americani voi avreste dovuto comprare: pantaloni da Daoyin, maglie da Daoyin, scarpe da Daoyin, borsa da Daoyin e magari perfino calzini e mutande da Daoyin…»

Grazie indiani e cinesi di esistere e non essere… AMMERICANI!!!!

Il Qigong – Daoyin negli scritti di Tiziano Terzani.

[…] Per migliorare la loro capacità di resistenza, i novizi facevano esercizi di Qigong, un sistema di respirazione profonda e controllata inteso ad esercitare la forza di volontà e a far giungere a certe parti dimenticate del corpo le «energie vitali». […]

Tratto dal libro “La porta proibita” di Tiziano Terzani (Longanesi 1984). Capitolo 11 «Ottimo per l’individuo, ottimo per la patria. La rinascita delle arti marziali.»