Daoyin, Taijiquan, Yoga sono davvero rilassanti? Risposta ad Aida millecento…

Foto

Foto “Yoga” by Matt Madd – flickr

Prima di iniziare il post mi scuso per la mia mancanza sul blog, ma sono in un periodo piuttosto impegnativo… Visto che due mesi fa avevo promesso ad Aida millecento un post di risposta ai suoi commenti sul mio articolo “Occidentali’s Karma“, mi sembra giusto ripartire da lì, anche se con estremo ritardo…

Nel suo commento Aida scriveva:

Personalmente non sento il bisogno di fare yoga, ma a dire la verità la curiosità di tentare qualche pratica orientale c’è. Leggendo spesse volte i tuoi post si evince che seguendo specifiche tecniche l’equilibrio lo si ritrova principalmente a livello psichico, poi fisico, tenendo in considerazione il fatto che oggi tutto è una gran fretta e uno stress. […] Dall’oriente ci giunge una sensazione di pace, di tranquillità e di rilassatezza.

Se dopo quasi quattro anni di Daoyin e due di Taiji posso affermare che si tratta di attività molto rilassanti che fanno bene al corpo ma soprattutto allo spirito, non avrei detto la stessa cosa all’inizio di questa esperienza e perciò mi sembra giusto raccontarvi come andò…

Il mio approccio col Daoyin fu del tutto casuale. Mia moglie cercava un’attività fisica da fare e, visto che l’età e le condizioni fisiche non erano proprio da zumba, ci indirizzammo verso delle discipline più tranquille. Escluso lo yoga, che avrebbe messo in competizione nuora e suocera (mia madre pratica yoga da anni), i preziosi consigli di alcuni amici ci convinsero a provare il Daoyin e il Taijiquan. Io, che da decenni praticavo il podismo, in quel periodo ero infortunato e perciò decisi di accompagnare mia moglie. La mia scelta fu un mix tra la curiosità per queste nuove discipline e la necessità di fare comunque qualche attività, visto che mi avevano bloccato e non potevo correre per almeno 6 mesi…

Già aprire il portone per entrare in palestra fu sconvolgente: solo per l’arredamento sembrava di essere finiti dentro “Kung fu Panda”. E poi arrivarono le prime lezioni di Daoyin: per me abituato alla corsa, al fartlek, alle ripetute in salita, etc… quei movimenti lenti, dove difficilmente si sudava, erano inconcepibili: «Ok, qui sono tutti simpatici, però non si fa niente…».

Il peggio però doveva ancora venire. Bastarono poche lezioni per capire quel “fare niente” era terribilmente difficile da fare. Anche stare in piedi fermo non andava mai bene: o troppo indietro o troppo avanti… e quando l’insegnante mi metteva nella posizione giusta mi sembrava di essere in procinto di cadere. Immaginate poi i movimenti: troppo tesi, troppo veloci, poco armonici e poi… quel muscolo va mosso e quello no! Ma la mia bestia nera erano le spalle: non riuscivo a rilassarle e quando pensavo di averle rilassate non era mai abbastanza. Insomma, per imparare a rilassare le spalle mi c’è voluto più di un anno e ancora oggi mi prende il panico quando sento l’insegnante gridare alla classe: «Giù quelle spalle!» (le spalle si meritano un post apposito).

All’epoca, tutte le volte che l’insegnante si avvicinava per correggermi (e lo faceva spessissimo visto che io e mia moglie eravamo gli unici principianti in una classe di esperti), il sentimento era un misto di rabbia e depressione…. tutt’altro che  le sensazioni di pace, di tranquillità e di rilassatezza che ispira l’Oriente. Se all’epoca mi avessero chiesto se il Daoyin era rilassante avrei detto: «Nooooooo!!!». D’altra parte decenni di posture sbagliate e di stress non si potevano risolvere in poche settimane!

Se però si resiste nella pratica e si va avanti con tanta pazienza (sia dell’allievo che dell’insegnante), piano piano i tasselli di questo strano puzzle cominciano ad andare a posto. Solo allora arriva la consapevolezza  e si comincia davvero a sperimentare la pace e la serenità. Ed è per questo che, a fronte di tante persone che arrivano in palestra e dopo pochi mesi se ne vanno,  quelli che rimangono stanno così bene che non se ne vanno più…

Annunci

7 pensieri su “Daoyin, Taijiquan, Yoga sono davvero rilassanti? Risposta ad Aida millecento…

  1. lally23 ha detto:

    anche io mi sono avvicinata al taiji per caso, su consiglio di un amico che fa karate e con lo stesso maestro ha frequentato anche il corso di taiji: un pomeriggio, parlando del più e del meno, mi ero lamentata che la schiena mi faceva male a causa delle ore passate seduta a studiare e cercavo qualcosa che mi aiutasse a rilassarmi, staccare con la testa e mantenermi un po’ in forma.. mi consigliò di provare il taiji, fatalità la palestra dove si svolge il corso è attaccata a casa mia…
    sono passati 3 anni e non potrei essere più felice: è stata una sfida con me stessa. io che non avrei mai iniziato nulla di nuovo da sola, mai mi sarei azzardata ad andare a vedere e chiedere da sola, ho deciso di provare e buttarmi, senza nessuno che venisse con me. come dico sempre, mai sfida fu più azzeccata. non ha fatto solo bene al mio corpo, ma anche al mio spirito: il taiji mi ha fatto cambiare molto e mi ha permesso di “tirare fuori” gli attributi, come qualcuno in palestra mi ha fatto notare…. prima accettavo tutto senza discutere, pian piano ho iniziato ad essere più consapevole e dire la mia! è stato utilissimo nella vita di tutti i giorni, le cose hanno iniziato a girare in modo molto diverso….
    dopo 3 anni, ho studiato la 12, la 24 yang e ho appena finito la 48. grazie al taiji ho trovato il mio posticino nel mondo.

    Liked by 1 persona

    • Marco ha detto:

      Bellissimo commento e complimenti per il tuo taiji! Quando ho iniziato ero l’unico nuovo in un gruppo di persone che praticavano taiji yang da tanti anni. Dopo un paio di lezioni sui fondamentali mi è stato più o meno detto: – Vai nel mezzo al gruppo e fai copia-incolla! – Da allora ho fatto un po’ di tutto anche se molte cose non sono sicuro di ricordarle… La 12 a mani nude penso di non averla mai fatta (o fatta una volta sola), la 24 e la 48 a mani nude si. Quest’anno stiamo facendo la 42 mani nude, 42 di spada e la 48(+1) di ventaglio

      Mi piace

  2. Aida ha detto:

    Grazie della risposta e chiedo scusa se hai dovuto segnalarmi il post senza che io me ne fossi accorta. Allora. L’esperienza è senz’altro magnifica, sia la tua che quella di Lally23, perché a quanto ho capito con le discipline orientali la prima cosa che si impara è l’autoconsapevolezza del proprio corpo e delle proprie forse, non la prospettiva di dimagrire. Si, gli sport occidentali hanno questo fine: irrobustire i muscoli, scolpire il corpo e snellire la figura, salvo poi camminare male ed avvertire un senso di malessere molto pesante.
    Se non erro esiste anche una tipologia di fisioterapia indirizzata alla postura. E’ una vera e propria rieducazione volta a capire quali sono quelle componenti che, utilizzate male, peggiorano il nostro stato di salute. Ci credo, molto più di uno step su scalino ma ciò che dobbiamo iniziare a pensare è che lo sport non è solo sudare o dimagrire. Ecco, farei qualcosa sulla postura perché negli anni ho davvero assunto una fisicità errata. Non che mi facciano male la schiena o le gambe, ma credo che parte del nervosismo che provo sia dovuto proprio a questo. Che dire, grazie delle delucidazioni, anche se aspetto un post dove spieghi dettagliatamente in cosa consistano queste discipline (tipo perché quella posizione fa bene alle gambe, perché si raggiunge la consapevolezza, ecc…).

    Liked by 1 persona

      • Aida ha detto:

        Ho trattato l’argomento qualche tempo fa per una ricerca. La correlazione era il benessere fisico e la meditazione e ho scoperto tanti aspetti che non avevo mai valutato. Ad esempio per l’oriente il benessere fisico risiede in queste discipline, a cui si aggiunge la cura delle patologie attraverso l’agopuntura o la cromoterapia. I religiosi utilizzano la preghiera per ritrovare l’equilibrio interiore e molti ci riescono, altrimenti non si spiegheremme il forte attaccamento a questa o quella religione. E così per molti altri aspetti che, a dirti la verità, sono ben più interessanti di come si debba vestire una donna incinta per andare in vacanza…

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...