Un curioso aneddoto sui tempi che stiamo vivendo…

Foto

Foto “Kathy & taiji sword form” by kosmoseleevike – flickr

Nella vita di tutti i giorni quanto siamo influenzati dal terrorismo e dalle notizie violente che ci propinano giornali e tv? Vi racconto un curioso aneddoto di cui  sono stato involontario (e ingenuo) protagonista e che mi ha fatto riflettere sul clima in cui viviamo…

Una decina di giorni fa dovevo partecipare alla festa dello sport del mio quartiere che si teneva per un intero fine settimana in un parco cittadino. Non avendo ancora una spada da taijiquan di mia proprietà me ne sono fatta prestare una dalla mia società sportiva e, siccome l’80% delle spade che abbiamo in  palestra non ha fodero, non mi è passato per l’anticamera del cervello di cercarne uno… In fondo non era nemmeno necessario, visto che le nostre spade non sono per niente affilate e hanno la  punta flessibile.

Così ho scorrazzato quattro o cinque giorni avanti e indietro per Firenze nei vari tragitti casa-parco-palestra con la spada del taiji senza fodero. Se ero a piedi la portavo in mano come fosse un banale ombrello mentre se ero in bici la lama sbucava dallo zainetto che avevo sulle spalle. Nella mia ingenuità me ne andavo in giro felice e contento come un calciatore  può girare con sottobraccio un pallone, un tennista con la sua racchetta o un pescatore con la sua canna. Solo che ad un certo punto ho cominciato a vedere gente che mi guardava storto, pensionati che già da lontano cambiavano strada o facevano dietrofront tornando sui loro passi. Quando ero in bici perfino gli automobilisti frenavano e mi facevano passare. Nella storia italiana s’è mai visto un automobilista che rispetta un ciclista urbano? Se oltre alla bici e al casco ha uno zainetto da cui sbucano circa 80 cm di spada… forse si!

Ma è davvero così difficile distinguere un pericoloso terrorista da un banale padre di famiglia che sta andando a fare questo, …sicuramente  con risultati molto più scarsi del maestro nel video?!

Annunci

12 pensieri su “Un curioso aneddoto sui tempi che stiamo vivendo…

  1. sherazade ha detto:

    Sai quel proverbio che dice fidarsi è bene non fidarsi è meglio? Che poi è la stessa ragione per la quale il coltello del pane o quello affilatissimo per tagliare la carne vengono tenuti separati.
    Oggi inciderà certamente anche la paura ma io credo piuttosto che la frenesia è quella che fa andare fuori di testa anche un padre di famiglia che dimentica di non aver lasciato la bimba al nido inconsapevolmente la fa morire in macchina sotto il solleone… una lite banale è tutto può essere oggetto pericoloso.
    Sherabientot

    Liked by 1 persona

    • Marco ha detto:

      “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio” sarà pure saggio ma allo stesso tempo è anche un po’ triste. E la cosa che più mi fa ridere è che i pensionati che non si sono fidati di me con una spada che non taglia nemmeno il pane magari si fidano ciecamente del TG4!!!!

      Liked by 1 persona

      • sherazade ha detto:

        Attento quello è ancora un altro discorso.
        Io dico che oggi come oggi è più ‘salvifico’ NON fidarsi di primo acchito evitando frodi, stalkeraggio web, furto di identità e tanto altro. Essere accorti non è triste è più triste leggere di quante persone siano vittime si troppa innocente fiducia…

        sheràbientot

        Liked by 1 persona

        • Marco ha detto:

          Il pensionato che non si fida di me che giro con una spada finta… si fida ciecamente di quello che gli suona alla porta e con la parola “RISPARMIO” gli fa sottoscrivere i peggio contratti per ADSL, LUCE, GAS etc…

          La troppa innocente fiducia a volte è bizzarra: ti fa fidare di personaggi pericolosi e non ti fa fidare di personaggi innocui… Ad esempio io, seguendo il mio istinto, mi fido sempre poco di quelli con la cravatta! Qualcun altro magari si fida poco di quelli coi tatuaggi…

          Liked by 1 persona

  2. dollsbsartoria ha detto:

    Da noi, hanno fatto intervenire un elicottero dei carabinieri, perché “c’era un tipo sospetto con un bazooka in spalla!!!”. Era un semplice giardiniere, con un soffiatore per le foglie, che si stava spostando da un giardino ad un altro in fondo alla via!!! Prova a pensare al costo di far alzare un elicottero e di allertare i carabinieri della zona!!! Un saluto.

    Liked by 1 persona

    • Marco ha detto:

      Questa è davvero spettacolare… un soffiatore scambiato per un bazooka! Da noi specialmente in autunno, quando la spazzatrice spazza le strade è preceduta da un paio di dipendenti che soffiano le foglie dai marciapiedi verso la strada, per poi farle aspirare dalla spazzatrice! Praticamente un commando: due col bazooka e uno che guida un carrarmato!

      Ho anche un altro aneddoto. Lo scorso anno mi stavo riscaldando per l’imminente partenza di una gara podistica a cui partecipavano due o trecento iscritti, quando vengo fermato da un pensionato allarmato che mi indica una pistola appoggiata su un muretto… Ora non ti viene in mente che se accanto alla pistola c’è un cronometro e una lista di persone, quella sia la scacciacani per dare la partenza della gara? Tra l’altro il giudice era a pochi metri ed aveva una maglia con una scritta rossa grande come una casa: “GIUDICE”.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...